“Le soleil”, volume preparatorio

Manoscritto rilegato, con inserti a stampa
[Roma, 1874-1877 ca.]
140 x 220 mm
Fondo Secchi, 716
Archivio Pontificia Università Gregoriana, Roma

Oltre alla corrispondenza, l’APUG conserva i manoscritti originali di quasi tutte le edizioni delle opere scientifiche di Secchi e, in alcuni casi, anche le bozze delle seconde edizioni con molti interventi manoscritti, che testimoniano il lavoro redazionale e compositivo svolto dall’autore.
In particolare, l’Archivio conserva numerosi scritti riconducibili alla gestazione e ai diversi rimaneggiamenti di una delle opere più importanti dell’astronomo gesuita: Le Soleil.
Attraverso il confronto tra questi vari documenti (collocati in APUG 5, APUG 6, APUG 7, APUG 8, APUG 25-IV, APUG 1411, APUG 1412, APUG 2929, APUG 2932) sarebbe possibile tracciare la complicata storia editoriale di questo testo che l’astronomo gesuita inizialmente compose in italiano.
Alla segnatura APUG 716, corrisponde un volume particolare, di cui sono qui riprodotte alcune pagine, dove lo stampatore ha composto, nell’alternanza di carte stampate e bianche, un documento di lavoro affinché Secchi potesse inserire tutte le correzioni, note e aggiunte preparatorie alla seconda edizione. Le note manoscritte, in italiano e in francese, si riferiscono a indicazioni editoriali (impaginazione, dettaglio delle immagini) e aggiunte nel corpo del testo.
Altrove (figure 1-2) sono presenti disegni e ritagli da altre pubblicazioni.

Irene Pedretti, Pontificia Università Gregoriana

Bibliografia:
Magistri astronomiae dal XVI al XIX secolo: Cristoforo Clavio, Galileo Galilei e Angelo Secchi (a cura di Fondazione Sorgente Group), De Luca Editori d'Arte, Roma, 2014, p. 80-82.