“Esposizione del 1867″

"Viaggio in Inghilterra e ritorno per la Svizzera”
[Angelo Secchi]
Diario manoscritto,
1867
Fondo Secchi 23.2.A
Archivio della Pontificia Università Gregoriana, Roma

Il Fondo Secchi dell’APUG conserva anche alcuni dei diari di viaggio di Secchi, ricchi di annotazioni che denotano la curiosità dello scienziato, il suo umorismo, il suo approccio alle situazioni problematiche. Dai diari sappiamo anche dei numerosi inviti ufficiali ricevuti da varie accademie e degli inviti personali di alcuni colleghi, le numerose visite a scienziati, istituzioni, musei, attrazioni, officine, laboratori, ecc.
Nelle pagine qui riprodotte, relative al diario del viaggio a Parigi del 1867, Secchi annota una sua visita al fisico Léon Foucault e disegna uno schizzo di una parte dell’apparecchio per la misura della velocità della luce, che questi gli ha mostrato. Vale la pena ricordare che nel 1851 Secchi aveva ripetuto il famoso esperimento del pendolo di Foucault nella chiesa di S. Ignazio a Roma, per provare la rotazione della terra.
Nelle stesse pagine qui riprodotte si trova traccia di un invito a casa di Urbain Leverrier, direttore dell’Observatoire de Paris, e delle conversazioni lì avute con altri scienziati. Secchi annota ironicamente che il pranzo con Leverrier ebbe comunque un prezzo, poiché il gesuita si vide costretto a prendere una costosa vettura per rientrare a causa delle pessime condizioni meteorologiche.
Nello stesso diario, alla data 1 luglio (figura 1), Secchi esordisce con le parole: “Oggi gran Giornata” alludendo all’assegnazione del Grand Prix per il meteorografo ed al conferimento della Legion d’Onore, dichiarando che si è trattato di un “vero trionfo per la scienza”.
Nelle carte preliminari di un piccolo diario dell’autunno 1872 (figura 2) invece, relative al viaggio a Parigi per la Conferenza internazionale del metro, sono elencate una serie di spese tra cui, oltre a quelle prevedibili per trasporti e biglietti nel viaggio da Torino a Lione, si nota l’acquisto di alcuni oggetti personali (ombrello, guanti, e pedalini a maglia) necessari al viaggio.

Irene Pedretti, Pontificia Università Gregoriana
Ileana Chinnici, INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo