Il Collegio gesuitico di Reggio

Roberto Sevardi, "Alla Biblioteca Municipale", 1918
gelatina bromuro d'argento su carta baritata,
320x360 mm
Biblioteca Panizzi, Reggio Emilia

Secchi abitava nel quartiere cittadino di S. Zenone, ed era vicino di casa di un altro importante scienziato reggiano, il paleontologo Gaetano Chierici: amici fin dall’infanzia, insieme frequentarono il Collegio dei Gesuiti a Palazzo S. Giorgio, attuale sede della Biblioteca Comunale Panizzi, qui raffigurata in una foto d’inizio Novecento.
In quegli anni il Collegio, a seguito della Restaurazione, riprese l’attività educativa; qui vennero a insegnare figure illustri della cultura italiana, tra cui Carlo Passaglia, Salvatore Tongiorgi, Antonio Angelini.
Insieme ad Angelo Secchi e Gaetano Chierici frequentò il Collegio anche il cugino di Angelo, Gian Pietro Secchi, importante archeologo, che sarà poi chiamato a insegnare all’Università Gregoriana di Roma e sarà direttore del Museo Kircheriano.
Angelo Secchi mostra subito, oltre ad un vivace carattere, una forte propensione agli studi scientifici, in particolare nella fisica; nel 1833, all’età di 15 anni, si trasferisce a Roma per entrare nel noviziato della Compagnia di Gesù e proseguire gli studi presso il Collegio Romano.

Giordano Gasparini, Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia

Ringraziamenti
Monica Leoni, Biblioteca Panizzi Reggio Emilia.