“Stonyhurst 1799”

Joseph Mallord William Turner (1775-1851),
1799
acquerello, 385 x 260 mm
Stonyhurst College Archives, Stonyhurst, England (UK)
Per gentile concessione del Governatorato di Stonyhurst

I prodromi del Collegio di Stonyhurst risalgono al 1593, sul continente, ad opera di P. Robert Persons della Compagnia di Gesù, che lo fondò come scuola per i figli della nobiltà cattolica inglese, poiché a quel tempo, e per molto tempo dopo, i Cattolici furono esclusi dall’istruzione in Inghilterra. La prima sede fu a St. Omer, a quel tempo nei Paesi Bassi spagnoli, ma 85 anni dopo, la regione fu ceduta alla Francia. Dopo altri 85 anni, i gesuiti furono espulsi dalla Francia e la scuola si trasferì a Bruges, allora nei Paesi Bassi austriaci. Dopo la soppressione dei Gesuiti da parte di Papa Clemente XIV, nel 1773, la scuola si trasferì a Liegi, dove rimase fino al 1794 quando, con l’Inghilterra ora in guerra con la Francia, il Collegio fu costretto ad andare oltremanica dall’avanzata dell’esercito napoleonico. Gli fu offerta l’antica residenza di Stonyhurst Hall nel Lancashire come rifugio fino a quando non fosse diventato sicuro tornare sul continente e così, per la prima volta, prese il nome di Stonyhurst College.
Questa situazione si realizzò per il fatto che la famiglia che aveva costruito e occupato la residenza si era estinta negli anni 1750 e l’edificio e la sua proprietà era passata per matrimonio ad una famiglia che viveva sulla costa meridionale dell’Inghilterra. Il capofamiglia era un ex-allievo del collegio di St Omer (e Bruges), e i suoi figli erano stati istruiti al collegio di Liegi. Ciò fino all’agosto 1794, quando le persecuzioni contro i Cattolici si erano mitigate ed il collegio, da allora in poi noto come Stonyhurst College, potè stabilirsi sul suolo inglese, dove è rimasto fino ad oggi.
Durante la costruzione dell’antica residenza, pesanti sanzioni furono imposte alla famiglia cattolica per la sua ricusazione (rifiuto di partecipare alle funzioni della Chiesa inglese) e la costruzione della residenza fu abbandonata, quando non era completa neppure a metà. La asimmetria dell’edificio incompleto si può notare in questo acquerello dell’antica ala ovest.
L’edificio da allora si è ampiamente espanso, come appare oggi (figura 1).
Nello stesso campus del College si trova Mary’s Hall (figura 2), che fu avviato nel 1830 come seminario per giovani gesuiti in preparazione al sacerdozio. Continuò come seminario fino al 1926, quando i seminaristi furono trasferiti a Heythrop Hall nell’Oxfordshire, dopodichè rimase vuota fino alla seconda Guerra Mondiale, quando fu occupata dalla comunità del Venerable English College di Roma. Divenne una scuola primaria nel 1946.
Secchi trascorse il suo soggiorno a Stonyhurst studiando l’inglese e migliorando le sue conoscenze di scienze naturali, oltre a dare ripetizioni ai pochi giovani gesuiti rifugiati. Rimase a Stonyhurst College fino ad ottobre 1848, quando fu incoraggiato da P. De Vico (figura 3) a salpare da Liverpool verso gli Stati Uniti con altri confratelli, per sfuggire ad una incombente epidemia di colera e cogliere le opportunità offerte nel nuovo mondo ai rifugiati gesuiti.

David Knight, Stonyhurst College

Bibliografia
T. E. Mult, Stonyhurst, revised edition, 2006.