“Note al mese di settembre 1870”

Bullettino Meteorologico dell'Osservatorio del Collegio Romano
vol. 10, 1870
295 x 215 mm
Biblioteca Storica Centrale della Meteorologia Italiana, CREA-AA, Roma

Il 20 settembre 1870 i bersaglieri dell’esercito italiano attraverso la breccia di porta Pia entravano a Roma, colpendo al cuore lo Stato Pontificio: è un momento che determinerà una svolta nella storia politica del paese, ma anche nella vita personale e scientifica di Secchi, che sarà ostacolata dai sempre più difficili rapporti tra Stato e Chiesa. Al momento della presa di Porta Pia, l’attività scientifica dell’Osservatorio del Collegio Romano continuò incessantemente, ma Secchi fu comunque partecipe degli avvenimenti della città e registrò nel suo Bullettino una sintetica e sorprendente testimonianza degli eventi della giornata. Nel prospetto delle misurazioni meteorologiche del mese di settembre 1870, visibile nella pagina qui mostrata, il giorno 20 settembre Secchi alterna le annotazioni sul tempo meteorologico con le notizie di cronaca: Bello, cannonate al mattino, furfanterie fino a sera. Cresce poco il barometro. Magneti poco regolari.
Come detto, l’attività scientifica all’Osservatorio del Collegio Romano continuò regolarmente, nonostante gli eventi militari e politici di quei giorni. Le osservazioni meteorologiche non furono mai sospese e i dati furono regolarmente pubblicati sul Bullettino Meteorologico del Collegio Romano. Proprio il 20 settembre, furono registrati i seguenti valori: temperatura massima 23,5 °C, temperatura minima 12,6 °C; il cielo coperto per 8/10 da cirro strati alle 7 del mattino, divenne sgombro da nubi e si mantenne sereno fino a sera; nessuna precipitazione; umidità al mattino 52%, alle 3 pomeridiane 32%; vento prevalente da Nord.
Unico serio inconveniente fu l’interruzione dei collegamenti telegrafici, per cui dall’Osservatorio del Collegio Romano non fu possibile, in quei giorni, inviare il dispaccio meteorologico giornaliero a Parigi; la corrispondenza con il Servizio Meteorologico Internazionale riprese solo a partire dal 25 ottobre di quell’anno.

Maria Carmen Beltrano, CREA-AA
Luigi Iafrate - CREA-AA